La Famiglia

Questa storia, per la prima parte sarebbe meglio dire leggenda, ci è stata tramandata dai nostri genitori solo come racconto orale.
Si narra di una famiglia, sicuramente del sud Italia, emigrata in brasile in Brasile dove avviarono una proficua attività che li rese agiati, dopo non si sa quanto tempo di permanenza una epidemia li decimò. Di sicuro si sa che il nostro trisavolo si chiamava Nicola Canfora ed aveva sposato una certa Anna fu lei a tornare in Italia con almeno un figlio di nome Felice, la donna si stabili presso Nola.

Il bambino di nome Felice riportato Italia è il capostipite della famiglia che oggi conosciamo, in pratica il nostro Bisnonno di lui al momento non sappiamo la data di nascita ma risulta morto nel 1897, sappiamo che era coniugato con Maria Broda ed ebbe cinque figli, Giovanni ( nostro nonno), Vincenzo, Antonio, Carmela e Nicola. La bisnonna rimasta vedova convolò in seconde nozze con Achille Pesce un benestante di Nola.

Il nonno giovanni raccontava che, visto che non era il vero nonno, lo chiamavano "o nonn e cartone".

Da nonno Giovanni e nonna Adelina deriva una famiglia ampia fatta di sei figli viventi e di tanti nipoti e pronipoti. La storia continua sul sito dei Canfora

Una famiglia numerosa allargata ai cugini è una struttura complessa fatta di tante persona che vivono vite necessariamente separate, in luoghi talvolta lontani in situazioni diverse. Non necessariamente condividono sempre esperienze felici o talvolta dolorose. Esistono pero dei momenti in cui i componenti si ritrovano e sanno di avere in comune un legame speciale un qualcosa che risale alla tradizione greco-romana per cui un parente non è mai solo.

I cugini si sono sempre tenuti in contato e si vedevano spesso nelle ricorrenze, poi con internet e con i social quasti momenti di incontro anche se solo virtuali sono diventati giornalieri ed è bello sentirsi e scambiarsi un buon giorno.


 

 

Published on  November 10th, 2020